Publika
Servizi e formazione
per gli enti locali
 

News e commenti

Gestione del personale

Comando

Aspetti legati al comando di personale sono l'oggetto dei quesiti che il Comune di Sannazaro de' Burgondi formula alla Corte dei Conti, sezione regionale Lombardia che risponde con la deliberazione n. 343/2012/PAR del 19 luglio 2012. Di seguito si riportano i quesiti e, sinteticamente, il corrispondente avviso espresso dalla sezione.
1° La spesa derivante dall'utilizzo di personale in comando va computata ai fini della verifica dei limiti imposti dal legislatore alla spesa del personale degli Enti locali?
"... poichè gli oneri relativi al trattamento economico fondamentale del 'personale comandato' presso altro ente (la cui nozione implica l'utilizzo di un lavoratore nell'interesse dell'ente ricevente) sono a carico dell'ente che utilizza il lavoratore, ne consegue che l'ente locale che si avvale di personale comandato deve tenere conto dello stesso ai fini della spesa per il personale, ovvero - nel caso di specie - al limite di portata generale previsto dal comma 557 (in questo senso, si veda anche la recente delibera della Sezione Campania n. 497/2011)".
2° Alla luce della dichiarazione congiunta n. 13 del CCNL 22.01.2004, con riferimento al personale comandato, per gli istituti del salario accessorio trova applicazione la disciplina vigente dell'Ente utilizzatore, oppure l'Ente utilizzatore può erogare compensi non previsti fra gli istituti del salario accessorio del contratto del comparto dell'Ente medesimo?
"Per quanto concerne il trattamento economico accessorio (produttività collettiva, pagamento ore di straordinario, indennià di maneggio valori, reperibilità, ecc.) in presenza dell'istituto giuridico del comando, esso viene erogato direttamente dal datore di lavoro che beneficia delle prestazioni, secondo le regole e le modalità fissate dalla propria contrattazione decentrata integrativa, sopportandone quindi i relativi oneri (nella prassi, generalmente, le amministrazioni concordano che la corresponsione dell'intera busta paga sia di spettanza dell'amministrazione d'appartenenza dietro comunicazione mensile dell'importo dovuto da parte dell'Ente utilizzatore del dipendente, disponendo, quindi, il relativo rimborso). In altri termini, per gli istituti tipici del salario accessorio, trova applicazione la disciplina vigente nell'ente utilizzatore".
3° E' legittimo che l'Ente capofila del Piano di Zona, relativamente ai Servizi gestiti dallo stesso, estrapoli e quantifichi, sulla base del numero di abitanti di ciascun Comune (in ossequio ad accordi assunti), le spese del personale dipendente a tempo indeterminato del Comune stesso a favore dei Comuni aderenti, o acquisito mediante istituti quali il comando, adibiti a tali servizi, sottraendolo alle proprie spese di personale, con invito ai Comuni partecipanti al Piano di Zona a considerarlo ai fini del rispetto dei vincoli alla spesa del personale di ciascun Comune?
"...lo stesso legislatore, introducendo il comma 557 bis sancisce che 'costituiscono spese del personale anche quelle sostenute per i rapporti di collaborazione coordinato e continuativa, per la somministrazione di lavoro, per il personale di cui all'art. 110 del Tuel, nonchè per tutti i soggetti a vario titolo utilizzati, senza estinzione del rapporto di pubblico impiego in strutture ed organismi variamente denominati partecipati o comunque facenti capo all'Ente'. Ne consegue che i Comuni aderenti alla convenzione possono regolare la ripartizione della spesa del personale dell'ufficio di piano comune al fine di garantire la razionalizzazione e l'efficienza del servizio socio assistenziale nella rigoroso osservanza, da parte di ciascun Ente, del raggiungimento dell'obiettivo di riduzione della spesa del personale, rilevato che l'adesione alla convenzione o l'introduzione di eventuali patti aggiunti non può trasformarsi nella possibilità di eludere la normativa vincolistica in materia di spesa del personale (sez. contr. Puglia, parere n. 55/2010)".




publika.it

Contatti

Publika S.r.l.

C.F. e P. IVA 02213820208

Sede operativa

Via Parigi 38
46047 Porto Mantovano (MN)

Sede legale

Via Aldo Moro 23 A/1
46049 Volta Mantovana (MN)

Tel. +39 0376 408077
Fax +39 0376 1760102

E-mail info@publika.it