Le anomalie del monitoraggio del lavoro flessibile

Molte amministrazioni sono già al lavoro per completare, nei termini, l’adempimento previsto dall’articolo 36, comma 3, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 per il quale, il Dipartimento della Funzione Pubblica ha attivato uno specifico applicativo web denominato “monitoraggio del lavoro flessibile” disponibile al link http://www.magellanopa.it/lavoroflessibile.

Da una notizia pubblicata sul portale http://www.funzionepubblica.gov.it/ il 4 giugno 2013 emerge inoltre che le rilevazioni, aperte il 27 maggio u.s., dovranno essere concluse entro 60 giorni da tale data. Sembrerebbe, pertanto, confermato che l’applicativo web consentirà l’utilizzo della piattaforma da parte delle singole amministrazioni appartenenti al comparto enti locali, fino a venerdì 26 luglio 2013.

Con riferimento all’ambito oggettivo dell’indagine, preliminarmente è utile approfondire se alcune tipologie di lavoro flessibile, il cui conferimento è correlato a specifiche disposizioni previste dal decreto legislativo del 18 agosto 2000, n. 267, come ad esempio gli articoli 90 e 110 siano o meno oggetto del monitoraggio.  Vedasi: Salvatore Cicala, “Il monitoraggio del lavoro flessibile”, Personale News, n. 11/2013, pp. 3-6.

Scarica dal link sottostante il testo completo dell’approfondimento.

approfondimento_publika_55_anomalie_monitoraggio_lavoro_flessibile

Simone Salvi