Domanda

A quale autorità va trasmesso il Piano Anticorruzione adottato nel comune, ogni anno, entro il 31 gennaio? Al Dipartimento della Funzione pubblica o all’ANAC?

Risposta

In base alla prima versione della legge Severino (legge 6 novembre 2012, n. 190), tutte le amministrazioni, compresi i comuni, dovevano trasmettere il Piano Triennale per la Prevenzione della Corruzione e Trasparenza (PTPCT)  al Dipartimento della Funzione pubblica. Lo prevedeva l’articolo 1, comma 8, della legge 190/2012 e il  Piano Nazionale Anticorruzione (P.N.A.) approvato dalla CIVIT con deliberazione n. 72  datata 11 settembre 2013.

Successivamente, con l’avvento dell’ANAC, in tutte le comunicazioni pubblicate dall’Autorità Nazionale (delibere e Piano Nazionale) veniva stabilito che il Piano non dovesse essere spedito, ma solamente pubblicato – come previsto all’art. 10, comma 8, del d.lgs. 33/2013 – nel sito web dell’ente, nelle sezioni:

  • Amministrazione trasparente> Disposizioni generali> Piano triennale prevenzione della corruzione e trasparenza;
  • Amministrazione trasparente> Altri contenuti> Prevenzione della corruzione [1].

Con le modifiche apportate dall’articolo 41, comma 1, lettera g), del d.lgs. 25 maggio 2016, n. 97, alla legge 190/2012, l’indicazione inserita prevedeva l’invio del Piano, da parte della Giunta – che lo approva – all’ANAC, anche se non erano mai state definitive le modalità di trasmissione.

La questione dell’invio dei Piani Anticorruzione all’ANAC, pare essere stata affrontata, ora, in via definitiva, mediante predisposizione di una piattaforma online.

La lieta novella è stata partecipata mediante pubblicazione nel sito dell’ANAC, del Comunicato del Presidente Raffaele Cantone del 12 giugno 2019[2].

Nel Comunicato, infatti, si prevede che:

  • a partire dal 13 giugno 2019 è possibile effettuare la registrazione dei RPCT presso il sistema di autenticazione dell’Autorità Nazionale Anticorruzione;
  • la piattaforma per l’acquisizione dei Piani triennali e delle relazioni annuali sarà online dal 1 luglio 2019;
  • i responsabili della prevenzione della corruzione e trasparenza delle pubbliche amministrazioni, degli enti pubblici economici e non economici, degli ordini professionali e delle società in controllo pubblico dovranno procedere alla registrazione e all’accreditamento disponibile sulla pagina di registrazione e profilazione utenti della sezione Servizi del sito internet dell’ANAC;
  • una volta registrati, i Responsabili potranno usufruire dei seguenti servizi ad accesso riservato:
    a) l’accesso alla piattaforma per le rilevazioni delle informazioni relative ai Piani;
    b) l’accesso alla piattaforma per la redazione della relazione annuale;
    c) l’accesso al forum dei Responsabili anticorruzione e trasparenza, che sarà successivamente reso disponibile.

Anche se nel Comunicato non se ne fa cenno, si ritiene che l’invio dei Piani Anticorruzione valga dal prossimo PTPCT che dovrà essere approvato entro il 31 gennaio 2020.

[1] Tra le altre si veda: Comunicato del Presidente ANAC del 15 febbraio 2015, consultabile al link: https://www.anticorruzione.it/portal/public/classic/AttivitaAutorita/AttiDellAutorita/_Atto?ca=6027
[2] https://www.anticorruzione.it/portal/public/classic/Comunicazione/News/_news?id=4b48d9180a77804251e7fdae7315a461

Print Friendly, PDF & Email
× Come possiamo aiutarti?